HomeAfghanistanCome aiutare in Afghanistan

Come aiutare in Afghanistan

Autore

Data

Categoria

Molti mi scrivono per chiedermi “Come possiamo aiutare gli afghani?”. Sono sempre restio al rispondere a queste domande perchè, per forza di cosa, devi concentrarti su pochi nomi e questo rischia di passare come un giudizio negativo su tutti gli altri anche se NON è così.
Alla fine spinto dalle tante richieste pubblico questo post ma – sottolineo – a scriverlo non è il giornalista. Questo è quello che farei io (essere umano) non una valutazione di merito come reporter.

AIUTO IN LOCO
EMERGENCY ha tre ospedali in Afghanistan (nel sud a Lashkargah, nella capitale Kabul e nella valle del Pashir) dal 1999 ha curato milioni di afghani. Io da anni dono loro – tra le altre cose – il 5×1000. Con la fine dei finanziamenti occidentali, il sistema sanitario afghano avrà sempre più bisogno di ong come Emergency. ECCO COME FARE

ACCOGLIENZA
Gli afghani che sono arrivati in Italia, e quelli che arriveranno, hanno bisogno di essere accolti e avviati su un percorso di integrazione anche per evitare che la solidarietà di oggi si trasformi nella bolsa polemica di domani. In questo l’esperienza guida è quella della Comunità di Sant’Egidio con i suoi corridoi umanitari.
Se volete dare disponibilità all’accoglienza o aiutare in altro modo scrivete alla mail info@santegidio.org

Ricordiamo anche l’attività di accoglienza della Caritas Italiana
e del Centro Astalli

CONDIZIONE FEMMINILE
Segnalo le attività, storiche del CISDA, il Comitato Italiano Sostegno Donne Afghane vicino alla parte più democratica della politica afghana.
In questi giorni notevole il lavoro della ong “Nove” con una massiccia evacuazione, dopo i progetti degli ultimi anni come il taxi rosa.

GIORNALISTI
Sono una categoria ad altissimo rischio in Afghanistan, come giornalisti italiani ci stiamo impegnando tutti (con la FNSI) ad aiutarli. Per i dettagli rinvio ad un post che ho scritto nei primi giorni della crisi e che resta valido.Per i dettagli rinvio ad un post che ho scritto nei primi giorni della crisi e che resta valido.

 

Articolo precedenteAggiornamenti, 24 agosto
Articolo successivoAfghanistan alla radio

1 commento

  1. mi dispiace molto per quello che stava succedendo spero che tutto di risolva al più presto, non so come aiutare più che lasciare questo commento che non so quanto potrà essere utile, spero che arrivi a più persone possibili.❤️

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Nico Piro

Provo a dare voce a chi non ha voce, non sempre ci riesco ma continuo a provarci. Sono un giornalista, inviato speciale lavoro per... continua a leggere