HomeVarieFango in finale

Fango in finale

Autore

Data

Categoria

13047801_1537446719894310_536203842869734824_o

Mi è appena arrivata una telefonata da Trieste, era il segretario dell’Usigrai – il sindacato dei giornalisti Rai – Vittorio di Trapani che mi diceva: complimenti! Io non capivo per cosa e lui pensava che io, al solito, fossi sarcastico o critico. In realtà lui mi stava dando una notizia in tempo reale dalla conferenza stampa del Premio Luchetta. Il reportage “Fango” girato nei campi rifugiati a Grand Synthe e a Calais, nel nord della Francia, è in finale nella categoria reportage in compagnia di due lavori di alto spessore e – come “Fango” – mirato sulla condizione dei minori più vulnerabili, una caratteristica del premio. Il nome del vincitore, nella terna, sarà reso noto a luglio. Qui trovate tutte le terne dei finalisti nelle varie categorie.
Il reportage è stato girato da Michele Cristofoletti e montato da Guido Tombari, a loro va il mio ringraziamento. Clicca qui per rivedere il reportage

Il premio è dedicato a Marco Luchetta, Alessandro Ota e Dario D’angelo, uccisi da una granata a Mostar il 28 gennaio del 1994 mentre stavano realizzando uno speciale per il Tg1, per proporre i bambini vittime della guerra balcanica come candidati al Premio Nobel per la Pace. A loro e al loro sacrificio va il mio pensiero commosso.

Articolo precedenteLa “televisione” in tasca
Articolo successivoAccattatavell’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Nico Piro

Provo a dare voce a chi non ha voce, non sempre ci riesco ma continuo a provarci. Sono un giornalista, inviato speciale lavoro per... continua a leggere