HomeVarie"Visto" in Sierra Leone

“Visto” in Sierra Leone

Autore

Data

Categoria

L’anteprima di “Killa Dizez” più attesa si è finalmente svolta, siamo riusciti a far arrivare a Freetown alcune copie del documentario che è stato “proiettato” per gli operatori di Emergency, uno di loro – Gianluca Cataldi – ci ha scritto questa nota:

Sicuramente la prima emozione è la paura..paura di esser ricatapultati in quell’incubo che era il periodo della guerra contro l’ebola, e il documentario fa riaffiorare nella mente tutte quelle emozioni (belle e brutte) che ci hanno accompagnato nei nostri mesi in ETC (l’Ebola Treatment Center). In particolare, quando si racconta del contagio tra le comunità dei pescatori che tutti noi qua ricordiamo bene, come un incubo: la quasi impossibilità di aiutare queste persone colpite da qualcosa d’invisibile che li divorava dentro.

Ma c’è anche tutto il lato positivo. Quello di aver lavorato tutti insieme (nazionali e internazionali) per dare una possibilità di sopravvivenza alle persone che avevano contratto il virus, e averlo emarginato. La cosa bella di esser ancora qua è veder la differenza di quello che era la Sierra Leone in quei mesi e quello che è adesso.
Le strade piene i mercati stracolmi di gente…e i campetti di calcio a bordo della strada che finalmente vengono usati. C’è ancora molto da fare sicuramente, quindi noi restiamo qua e ci rimbocchiamo le maniche fintanto ce ne sarà bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Nico Piro

Provo a dare voce a chi non ha voce, non sempre ci riesco ma continuo a provarci. Sono un giornalista, inviato speciale lavoro per... continua a leggere